C.R.T. SERVICE SELLER CROCS AT WORK

gallery_crocs_02-800x590crocs-at-workingpersoncrocs-at-work-neria-varias-referenciasgallery_crocs_04204045_001_ALT14010876_060_ALT140204283_001_ALT140bistro-flames-enclosed-croslite-work-clog-with-crocs-lock-slip-resistant-soles-p9307-27152_image

SIGGI GROUP SPA ha siglato un accordo di collaborazione con Artcrafts International S.p.A, distributore esclusivo di Crocs nel mercato italiano, Siggi gestisce la vendita della collezione Crocs At Work™ in Italia.

ANTINFORTUNISTICA CHIERESE – C.R.T SERVICE – LA BOUTIQUE  DELLO CHEF – MEDICAL WORK sono rivenditori ufficiali della nuova collezione Crocs At Work

Il Materiale Croslite 

Tutte le calzature Crocs utilizzano materiale Croslite, una tecnologia brevettata che conferisce ad ogni paio di scarpe le qualità di morbidezza, comodità e leggerezza,  non lasciano segni sul pavimento e sono resistenti agli odori, caratteristiche per le quali il brand è conosciuto e amato dai suoi fan.

Le scarpe Crocs devono essere lavate a mano in acqua fredda, in lavatrice è consigliabile usare un lavaggio delicato (fino a 30°) e proteggerla in un sacchetto a rete.  Il Croslite è un materiale che se esposto a forti fonti di calore per periodi prolungati può subire delle variazioni.

Annunci

Abbigliamento medico ed estetico a Chieri

Giblors-CAMICE-SIMONA-Art-10M132004ca0512-3_00-0757_0001_1categorie_medicale04ca0236-3=00-0014_0001_1camice-uomo-mattias

Vendita all’ingrosso ed al minuto di abbigliamento e calzature settore medico ed estetico.
Abbigliamento Sanitario: camici, casacche, zoccoli, articoli monouso. Rivenditori ufficiali della nuova collezione Crocs At Work™7

63cs1333-3-00-0001_8000_2_128cs1308_beige_163cs1334-3-00-0001_0001_1_1CASACCA-DONNA-KELLY-SIGGI-ESTETISTA-MASSAGGIATRICE-PARRUCCHIERA-19193311375123DBC-VIOLA-CHERRY

BIOINDUSTRY PARK

Visita Carnegie Group_ Bioindustry Park4

Il 29 settembre 2017, Colleretto Giacosa (TO) –
Il Bioindustry Park ha ospitato una delegazione del Carnegie Group, l’organismo internazionale che raggruppa ministri e alti funzionari delle nazioni maggiormente avanzate nel campo della scienza, della tecnica e dell’innovazione e attualmente impegnato nel Carnegie Meeting, tra gli appuntamenti collaterali più rilevanti organizzati nell’ambito del G7 Scienza.
L’incontro è stato l’occasione per presentare ai delegati la filosofia e gli obiettivi del Parco e per mostrare alcune delle principali realtà imprenditoriali e scientifiche presenti al suo interno.

A iniziare dal Centro di eccellenza in Imaging Preclinico, dove la multinazionale Bracco Imaging, socia del Bioindustry Park, e l‘Università di Torino collaborano nello sviluppo di agenti di contrasto innovativi da utilizzarsi come strumenti diagnostici nel campo delle tecniche di immagine; i laboratori della stessa Bracco Imaging e alcune aziende di particolare successo come Merck KgaA, le eccellenze Imaging dell’Università di Torino e le due “quotate” in borsa Advanced Accellerator Application eSienna Biopharmaceuticals.
La scelta del Bioindustry Park come sede per la visita di una iniziativa così rilevante come il Carnegie Group è motivo di grande orgoglio. – ha commentato il Presidente Fiorella Altruda – Identifica una volta di più il Parco come un esempio di successo a livello internazionale nel creare un ecosistema innovativo e virtuoso a beneficio dell’intero settore”.

La visita ai laboratori del CEIP e di Bracco Imaging e ad aziende di primo piano come Advanced Accellerator Application e Sienna Biopharmaceuticals – ha aggiunto, l’Amministratore Delegato Alberta Pasquero – ha mostrato ai nostri ospiti come in un settore così importante come la diagnostica per immagini, gli attori presenti nel Parco possono trovare un contesto favorevole e un insieme di servizi fondamentali per poter competere a livello globale“.
L’incontro al Bioindustry Park ha chiuso una giornata interamente dedicata alle eccellenze del territorio. Prima di trasferirsi a Colleretto Giacosa, infatti, la delegazione del Carnegie Group ha preso parte al meeting organizzato presso Villa Matilde a Romano Canavese, “side event” del G7 Scienza, per poi spostarsi presso l’Additive manufacturing del Politecnico di Torino.

Fonte: Ufficio Stampa Bioindustry Park